Pubblicato da: vditella | settembre 21, 2006

Da IL GAZZETTINO del 21 settembre 2006

SALVAGUARDIA Il presidente della giunta regionale, Giancarlo Galan, attacca il sindaco Cacciari per il no alla costruzione delle paratoie nei Bacini di carenaggio

Niente MoSE in Arsenale, Consorzio in difficoltà

Alla Camera l’Unione compatta: «Il Governo impedisca che il progetto delle chiuse mobili superi il punto di non ritorno»

(S.T.) Il fax con il quale lunedì sera il sindaco, Massimo Cacciari, ha bocciato il progetto per realizzare e mantenere le paratoie del MoSE nei Bacini di carenaggio nell’Arsenale nord ha messo in gravi difficoltà Magistrato alle Acque e Consorzio Venezia Nuova. Nessun commento da parte della presidente del Mav, Maria Giovanna Piva, irraggiungibile. Grande imbarazzo da parte del presidente del Consorzio, Giovanni Mazzacurati. «Non me lo aspettavo», ha solo detto quest’ultimo, spiegando di non aver ancora riflettuto sul da farsi. Le strade che Magistrato & Consorzio hanno di fronte sembrano solamente due, posto che il Comune è ostile al MoSE e non appare disposto a mediazioni: o portare i cantieri da qualche altra parte, oppure andare allo scontro appellandosi alla legge 616 del 1978, che autorizza le opere dello Stato anche in deroga agli strumenti urbanistici.

Giancarlo GalanIl niet del Comune, infatti, discende dal Piano particolareggiato dell’Arsenale Nord, che nell’area dei Bacini prevede solo cantieristica, cioé attività legata alla costruzione e alla manutenzione di navi. «E le paratoie del MoSE non sono navi», ha sostenuto il Comune, dando così il destro al presidente della giunta regionale, Giancarlo Galan, di rinfocolare la sua polemica con Cacciari. «Sono certo che l’amico sindaco di Venezia sia consigliato sempre più spesso da un qualche spirito folletto che gli sussurra assurdità d’ogni genere», ha ironizzato Galan, accusando Cacciari di mettere a rischio il lavoro di almeno un centinaio tra operai e tecnici.

«Ma non è più semplice dire – ha concluso Galan – "piuttosto di vedere realizzato il MoSE è meglio che io decida di impiccarmi"? Lo abbiamo capito che non lo vuoi il MoSE, ma non hai almeno un po’ di pudore nello scatenarti contro una possibilità concreta di far tornare all’Arsenale attività produttive, industriali, comunque legate al mare»?

Ieri pomeriggio, intanto, nel corso della seduta della Commissione Ambiente della Camera dei deputati tutti partiti della coalizione dell’Unione (Comunisti Italiani, Ds, Rifondazione Comunista, Italia dei Valori, Margherita, Verdi e Udeur) hanno sottoscritto in modo comune il testo di una risoluzione che impegna il Governo a prendere immediatamente tutte le iniziative necessarie per evitare che siano realizzate quelle parti di progetto del MoSE che prevedono lavori non coerenti con eventuali modifiche o che lo portino a uno stadio di irreversibilità. «Un dato politico di rilievo – ha commentato Paolo Cacciari (Prc) – che sulla questione del MoSE, a Roma, ricompatta tutti i gruppi dell’Unione».

Annunci

Responses

  1. Segnalo un altro articolo riguardante questa discussione:
    Espresso


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: