Pubblicato da: vditella | novembre 24, 2006

Da IL GAZZETTINO di Venerdì 24 Novembre 2006

«Non ci ritiriamo. Anzi: sui cantieri del MoSE…

«Non ci ritiriamo. Anzi: sui cantieri del Mose moltiplicheremo il nostro ruolo di controllo attivo. Saremo assillanti». Così Massimo Cacciari, in una conferenza stampa convocata ieri mattina a Ca’ Farsetti per commentare l’esito del Comitatone di mercoledì scorso. Il sindaco si è detto tutt’altro che sconfitto: è vero che il MoSE si farà, ma a volerlo è stato il governo di Romano Prodi: «Volevo una posizione inequivocabile, volevo che non ci fossero più i giochetti del passato, gli ordini del giorno del consiglio comunale, le differenti interpretazioni… La responsabilità se l’è assunta il governo. Io volevo una posizione inequivocabile, sono soddisfatto». Ciò non toglie che all’interno del governo ci fossero posizioni diverse: anche ieri il ministro all’Ambiente ha ribadito la sua contrarietà: «Si possono anche prendere decisioni sbagliate a maggioranza: il ponte sullo Stretto fu scelto e poi ci si è resi conto che si tratta di un errore – ha detto Pecoraro Scanio – Credo che il MoSE, per certi versi, sia peggio del ponte». Ma il fatto che il governo si sia presentato al Comitatone con un’unica voce non ha «scandalizzato» Cacciari: «È bene che lo capiscano tutti, anche in questa città: in democrazia si discute, si decide, si controlla. E sul controllo il Comune farà fino in fondo il suo lavoro».

Tant’è, il pacco di carte portato da Ca’ Farsetti all’esame del Comitatone qualche dubbio forse l’ha sollevato. Così, almeno, dice il sindaco: «Non ho avuto l’impressione che ci considerassero dei rompiscatole che parlano a vanvera. Circolava molta preoccupazione e attenzione. La mia sensazione è che non si sia voluto tornare sui passi compiuti tra il 2001 e il 2005, è prevalsa la linea – secondo me erronea – che occorresse ormai proseguire con il MoSE. Ma le “criticità” segnalate dal Comune rimangono». Di qui l’annuncio: oltre a diffondere tutta la documentazione, il Comune organizzerà un convegno scientifico internazionale, con l’intervento di «eminenti scienziati», su tutti gli aspetti morfologici, ambientali, ingegneristici, economici del problema, convegno al quale saranno invitati il Magistrato alle Acque e il Consorzio Venezia Nuova, i quali finora, nonostante l’insistenza del Comune, «si sono sempre sottratti al confronto pubblico». Un diniego che il sindaco ha imputato a un veto del precedente governo.

Soddisfazione è stata espressa sul secondo documento approvato con voto unanime dal Comitatone. Documento che soprattutto garantisce il monitoraggio e il controllo dei lavori, un ruolo che sarà affidato a un organismo scientifico super partes: «Avere un soggetto super partes, e non più il meccanismo controllato-controllante, che fa il monitoraggio e il controllo delle opere, è certamente più importante ora di prima». Senza contare «il ruolo delle amministrazioni locali e della Regione che sono chiamati esplicitamente a svolgere una funzione prioritaria di informazione dei propri cittadini sullo sviluppo dei lavori, quindi in sostanza a partecipare alle funzioni di controllo e monitoraggio, e quindi ad avere accesso a tutta la documentazione utile presso gli organismi competenti, in primis il Magistrato alle Acque». Di qui la promessa: «Saremo assillanti nello svolgere questa funzione che la delibera ci assegna – ha concluso Cacciari – Il gruppo di lavoro che opera in Comune ha sviluppato competenze di primissimo piano ed è in grado di svolgere questa funzione al massimo».

In serata, Cacciari ha poi replicato a Galan secondo il quale i soldi per il MoSE ci sono. «Galan – ha detto il sindaco – sul MoSE parla senza conoscere realtà, contro ogni evidenza ritiene che ci siano fondi. Evidentemente il governatore conosce chi è in grado, oggi, di moltiplicare pani e pesci».

(al.va.)

Commento

Apprendiamo con molto piacere l’iniziativa del Sindaco di organizzare un convegno internazionale in cui si potranno finalmente discutere pubblicamente le criticità e i problemi ancora irrisolti del MoSE. Fino ad oggi non è stato mai possibile un confronto diretto col Consorzio, col Magistrato alle Acque e col Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Nei pochi incontri avuti in occasione della presentazione del nostro progetto Paratoia a Gravità in cui si dimostravano i vantaggi di questa soluzione e le criticità del progetto MoSE, i Tecnici presenti sono solo stati a sentire e non hanno mai potuto o saputo confutare quanto veniva presentato. Le loro relazioni sono state sempre fatte senza possibilità di un serio confronto nel merito dei problemi discussi e in passato non si è mai conosciuto il contenuto delle relazioni preparate da queste persone. In occasione della presentazione dei progetti alternativi il Comune ha presentato anche un elenco di criticità del MoSE, in questo caso i vari gruppi di lavoro hanno dovuto pubblicare i loro giudizi e ne conosciamo i contenuti e siamo certi che in un confronto pubblico in presenza di professionisti e scienziati delle varie discipline, si potrà finalmente accertare chi dice il vero e chi dice il falso. I progetti non sono idee politiche o scelte di religione: si giudicano, come detto in più occasioni, sul rispetto dei requisiti di progetto, sulle tecnologie impiegate, sui tempi e costi di realizzazione, gestione e manutenzione e per il loro impatto ambientale. Noi pensiamo che il Consorzio e il Magistrato alle Acque, se sono certi che il loro progetto sia il migliore possibile e rispetti i requisiti imposti dalla legge speciale, non avrebbero mai dovuto sottrarsi ad un confronto pubblico, visto che utilizzano risorse finanziate al 100% dallo Stato, e ci auguriamo che questa volta lo facciano e dimostrino a tutti, nei fatti e non a parole, che le criticità evidenziate non esistono.

Vincenzo Di Tella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: