Pubblicato da: vditella | febbraio 1, 2009

Da Il Gazzettino di venerdì 19 dicembre 2008

Il Gazzettino di Venezia del 19 dicembre 2008
riporta una lunga intervista all’attuale Presidente del Magistrato alle Acque ing. Patrizio Cuccioletta.

Per brevità riportiamo solo le seguenti domande/risposte:

……………

D – Per quanto riguarda la costruzione delle paratoie mobili, è stato evidenziato a più riprese un problema progettuale relativo alle cerniere che collegheranno le paratoie al cassone in cemento. Questo problema è stato affrontato?
R – «Stiamo parlando di accorgimenti tecnologici già individuati ai tempi dell’approvazione del progetto. Sono emerse delle problematiche che approfondiremo presto su scala 1:1 perché trattandosi di un progetto unico al mondo non esiste un riferimento concreto. Questo perché, prima di andare in gara europea per la realizzazione è necessario scrivere il capitolato con cui si stabiliscono anche le regole di accettabilità del lavoro. Mi spiego meglio: se devo fare un muro di tamponamento e lo devo fare con dei blocchetti in laterizi devo prevedere il tipo di blocchetto, le sue dimensioni e tutte le caratteristiche in modo che possa verificare la fornitura una volta che mi arriva. La gara europea per le paratoie comunque si svolgerà tra il 2009 e il 2010».

…………

D – Come siamo a reversibilità del sistema? I critici sostengono che il Mose non sia reversibile e che una volta realizzato avrà modificato per sempre la morfologia lagunare.
R – «Il Mose non è reversibile, è flessibile e può essere utilizzato con infinite modalità. Si tratta di uno “sfasatore” di marea che si può chiudere del tutto o in parte nel giro di mezz’ora. Ricordo che può contenere maree fino a tre metri, che è ben altro rispetto al metro e 94 del 1966».

Commenti

Come si ricorda e come documentato ampiamente in questo blog, tra i principali aspetti critici del progetto Mo.S.E. evidenziati e riportati nella stampa, ci sono:

  • il mancato rispetto dei requisiti di progetto imposti dalla legge speciale per la salvaguardia di Venezia ovvero: Gradualità, sperimentalità e reversibilità;
  • l’incompletezza del progetto definitivo (approvato dal Comitato Tecnico di Magistratura l’8-11-2002) per la mancanza del progetto di un componente fondamentale del sistema di chiusura delle paratoie: il gruppo cerniere-connettore.

In questa intervista finalmente emergono, da fonte autorevole ed informata, due verità:

  • l’ing. Cuccioletta oggi conferma: “il MOSE non è reversibile” ma è flessibile. Si fa notare che la flessibilità non ha nulla a che vedere con la reversibilità; quello che l’intervistatore non ha chiesto, ed ancora non sappiamo, è chi e con quale autorità ha potuto accettare ed avallare il mancato rispetto di uno dei requisiti fondamentali del progetto imposti dalla legge speciale;
  • l’ing. Cuccioletta oggi, a distanza di 6 anni, conferma che, per il gruppo cerniera connettore, è ancora necessario procedere alla sperimentazione scala 1:1 per avere evidenza o certezza del funzionamento di questo sistema unico al mondo per cui non esiste alcun riferimento. Quindi, in pratica, il progetto di questo componente essenziale è ancora oggi incompleto.

Su questo ultimo punto vale la pena ricordare che “La Nuova Venezia” del 28 gennaio 2007 riportava: “Cerniere e connettori subacquei. Il punto debole del Mose, non ancora progettato nonostante i lavori della grande opera siano ormai avviati. È una delle critiche rivolte a Consorzio e Magistrato dal Comune e dai suoi esperti. Ieri mattina il Comitato tecnico di magistratura, presieduto dalla presidente del Magistrato alle Acque Maria Giovanna Piva, ha approvato un pacchetto di studi e progetti sul Mose. Tra questi anche il prototipo della nuova cerniera delle paratoie messa a punto dal Consorzio Venezia Nuova. Dovrà essere sperimentata e presentata entro 480 giorni”.
Si fa notare che: da gennaio 2007 ad oggi di giorni ne sono passati più di 700, ma quella sperimentazione deve essere ancora fatta.

V. Di Tella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: