Pubblicato da: vditella | agosto 19, 2009

Lo studio di Principia sul comportamento dinamico delle paratoie

Si pubblicano di seguito i collegamenti diretti allo studio, commissionato dal Comune di Venezia alla società francese Principia, sul comportamento dinamico delle paratoie MoSE, comprensivo di confronto con la soluzione Paratoia a Gravità, indicata dal Comune come alternativa al MoSE nella valutazione delle soluzioni alternative presentate alla Presidenza del Consiglio:

  • Introduzione;
  • Hydrodynamic study – Principia R.D., in inglese e in italiano;
  • l’Amministrazione comunale, ricevuto lo studio della Società Principia, ha provveduto a richiedere, il 19 maggio 2009, chiarimenti e precisazioni su alcuni aspetti particolari dello stesso. Tali chiarimenti sono giunti il 3 giugno 2009 e vengono di seguito riportati: versione in inglese e versione in italiano.

Commento

Il rapporto di Principia ha raggiunto, in modo scientificamente inappuntabile, risultati che sono eclatanti:

  • la paratoia MoSE è instabile per alcune condizioni di mare irregolare e quindi non è progettabile ovvero non è possibile definire dei carichi di progetto affidabili per i suoi componenti fondamentali;
  • lo studio del comportamento della schiera non è stato possibile perché una paratoia instabile instabilizza anche la schiera;
  • il confronto con la Paratoia a Gravità (oggetto di questo blog) non è possibile perché non esiste confronto tra un sistema stabile (Paratoia a Gravità) e un sistema instabile (Paratoia MoSE).

Vi è infine una ulteriore deduzione che si può trarre da questo studio che è stato ripreso anche da alcuni articoli apparsi sulla stampa e riportati in questo blog.

I risultati dimostrano che la Paratoia MoSE, anche se isolata, risulta dinamicamente instabile per alcune condizioni di mare irregolare e smentiscono quindi le affermazioni con le quali il Comitato Tecnico di Magistratura ha approvato il Progetto Definitivo, sostenendo che i fenomeni di risonanza subarmonica (ovvero la instabilità dinamica), manifestatisi già nel corso delle prove con modelli fisici, avvengono invece per effetto della interazione delle paratoie in schiera e solamente quando queste sono investite da onde monocromatiche (o meglio regolari), e non si sarebbero avuti con il mare irregolare.

V. Di Tella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: